Giano Editore [0]

Elenco delle collane Giano Editore

cerca un libro

newsletter

Iscrivetevi alla nostra newsletter, sarete sempre aggiornati su tutte le nostre iniziative e pubblicazioni.




 Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

Scheda libro

collana: Nerogiano

ritorna

Non si deve morire due volte

Autore: Francisco González Ledesma
Titolo: Non si deve morire due volte

collana: Nerogiano

ISBN 978-88-625-1071-4
Pagine 360
Euro 17,50

La sposa ha venticinque anni ed è una ragazza bella soda. In piú è alta e ha occhi quieti e profondi. L'abito di seta è uno dei piú cari perché l'occasione lo richiede, sebbene lei lo guardi con un'ombra di tristezza. Dà un'ultima occhiata allo specchio, poi all'ora stabilita si dirige verso il salone dell'albergo in cui si trova.
Al di là di una porta, ecco gli invitati: gli uomini con il vestito grigio d'ordinanza, le signore con abiti sgargianti da primavera. Lo sposo indossa una giacca severa. La camicia è fatta su misura e fascia impeccabilmente il petto giovane e ampio. La cravatta è rigorosamente grigia. I pantaloni tagliati stretti, le scarpe nere. Tutto perfetto.
Peccato che la sposa regga il bouquet con una mano sola, quando tutte lo tengono orgogliosamente con due, e l'altra la tenga nascosta dietro la schiena. Peccato, poi, che la muova all'improvviso e che tutti guardino solo il suo volto. Peccato, infine, che la gente non riesca nemmeno a gridare né a interrompere la musica.
Nella mano nascosta della sposa appare una pistola. Subito dopo una fiammata e, infine, la morte, assurda, insensata, affiora sulla fronte dello sposo.
Così, con queste tragiche nozze, si apre questo romanzo di Francisco González Ledesma.  Come accade sovente nelle inchieste dell'ispettore Méndez, muove da una rapida successione di scene, storie diverse che a poco a poco mostrano il filo comune che le sorregge e svelano il disegno criminoso cui appartengono.
A ritmo serrato assistiamo nelle prime pagine al gesto apparentemente folle della sposa, alla presentazione di un killer che, appena uscito di prigione, riceve subito l'incarico di un altro delitto, all'entrata in scena di una bambina che vive isolata in una casa dinanzi alla quale si fermano troppe macchine di lusso, alla comparsa di una delle figure più torbide mai uscite dalla penna di González Ledesma.
Apparentemente nulla accomuna queste figure e questi crimini. Ma non per lo scettico, disincantato, ironico ispettore Méndez. Méndez conosce gli abissi dell'animo umano e sa che un sottile filo unisce la signora Dalia, Conde, Gabri e l'adolescente Nadia, il filo scuro dell'epoca in cui viviamo, dove il denaro e il vizio hanno da tempo infranto ogni barriera e sorpassato ogni limite.

ordinabile a IBS

«Maestro di scrittura, Ledesma è un virtuoso del sarcasmo, un acrobata dell'ironia disincantata».
La Repubblica

«Il più grande scrittore contemporaneo di romanzi criminali si chiama Francisco González Ledesma».
Concita De Gregorio

l'autore

Francisco González Ledesma

Francisco González Ledesma

Francisco González Ledesma è nato a Barcellona nel 1927. A 21 anni ha vinto il Premio Internazionale per il Romanzo con Tiempo de venganza assegnato da una giuria in cui erano presenti Somerset Maugham e Walter Starkie. Durante il franchismo ha scritto una serie di romanzi, censurati dal regime...

dello stesso autore: